Giovedì, 22 Giugno 2017

Il Responsabile dei lavori è una figura tecnica che secondo il D. Lgs. n. 81/2008 e s.m.i. può essere incaricato ai fini della progettazione o della esecuzione o del controllo dell'esecuzione dell'opera. Nel caso di appalto di opera pubblica (D. Lgs. n. 163/2006 e s.m.i.), il Responsabile dei lavori è il Responsabile unico del procedimento (R.U.P.). Il Responsabile dei lavori quindi, prima del D. Lgs n.106/09 (correttivo del D. Lgs. n. 81/2008), coincideva con il progettista per la fase di progettazione dell'opera e con il Direttore dei lavori in fase di esecuzione. Sia chiaro che il Committente (soggetto per il quale l'intera opera viene eseguita) è esonerato dalle responsabilità connesse agli adempimenti degli obblighi, limitatamente all'incarico conferito al responsabile dei lavori. È opportuno quindi che il Committente che abbia proceduto all'individuazione del Responsabile dei Lavori, formalizzi tale incarico, e poi verifichi che siano adempiuti, da parte del RdL, gli obblighi delegati e delegabili.

 

È quindi, una figura predominante nel cantiere edile, fondamentale e al sommo vertice, la punta, delle persone giuridiche aventi responsabilità sull’opera, sulla sua sicurezza e sulla sicurezza dei lavoratori. Il decreto citato dalla definizione del Testo unico, quello del 12 aprile 2006 n.163 è in riferimento agli appalti pubblici, ai lavori pubblici. Un decreto che reca a titolo: “Codice dei contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture in attuazione delle direttive 2004/17/CE e 2004/18/CE”.
In questa pagina ci occupiamo però soltanto dei lavori non inerenti il pubblico, del lavoro nel privato, nei cantieri privati. Qui, in tale ambiente, il responsabile dei lavori è il soggetto che può essere nominato dal committente, e che può quindi ricevere dal committente stesso ogni responsabilità, ogni potere, tutto quanto occorra per presiedere il cantiere e per esserne il primo responsabile.

Il ruolo del responsabile dei lavori e quello del committente sono sovrapposti equivalenti e coincidenti. Se nominato il responsabile si sostituisce in toto al committente, viceversa se provvede a nomina, il committente viene sgravato da ogni responsabilità.